Accesso Utenti

SISTHEMA - "Black Leaves Falling"

SisthemaEd ora una nuova recensione su un gruppo di vecchia data che ha dovuto faticare per definire la line up attuale cambiando graduatoriamente il proprio stile e le proprie influenze. Stiamo parlando dei Sisthema, gruppo nato nel 1994 a Ravenna, una fra le città d'arte più pregiate d'Italia.
Le loro ispirazioni erano svariate, creando riff mischiati fra Sepultura e Pantera con Meshuggah e Fear Factory, ma con il tempo, cambiando formazione, iniziarono a cambiare anche le tendenze finendo per esser abbracciati anche dal genere gothic metal con sfumature progressive ed elettroniche.
Ne è un esempio il loro ultimo lavoro intitolato "Black Leaves Falling" scritto seguendo i loro canoni old e new, ricordando i loro precedenti anni musicali in cui i ritmi erano molto più sostenuti.
I testi sono cantanti alternativamente fra Agness(senza eccedere troppo nel complicato, tenendosi lontani dal canto lirico) e Massimo(che ha una maggior potenza di voce), rendendo le loro tracce particolari e alleggerendo il resto della musica.
Come detto qualche riga sopra, i riff di chitarra cercano di ricordare le loro influenze passate cadendo però nella monotonia, senza distinguere particolarmente un brano da un altro; fortuna vuole che ci siano le voci e la famosa tastiera, la quale sembra essere ormai essenziale per la melodicità del gruppo, descrivendo al meglio le atmosfere dei pezzi con più "colore".
All'interno del cd, nonostante venga valorizzato in diversi aspetti, riesce lo stesso a decadere in un paio di tracce fra cui "In the Rain" e "Garden" in cui sembra che il gruppo tenti di andare sul classico svelando agli ascoltatori che la semplicità non fa assolutamente per loro, sopratutto dopo aver ascoltato le precedenti song; ben apprezzato "Home" e "Migraine" che hanno ritmi un pò più sostenuti di alti pezzi.
Nonostante io non abbia trovato note particolarmente positive(a parte le due voci), il gruppo si è sviluppato in altre correnti senza far storgere il naso agli ascoltatori, tranne,forse, ai loro fan del vecchio stile, i quali però, non dovrebbero avere notevoli difficoltà ad accettare questo loro nuovo modo di suonare; forse i prossimi lavori saranno apprezzati di più se levassero un pò di monotonia e se la cantante tirasse fuori di più la voce.
Servitevi all'ascolto.

Tracce:
1.Grey
2.Caterine Drawers
3.Decadence
4.Frozen
5.Migraine
6.In the Rain
7.Home
8.Garden
9.Sleepy Failure
10.Queen of Sorrow
11.Deaden

Line up:
Agnese "Agne" Alteri : voce/piano
Massimo "Whora" Pirazzoli : voce
Lucio "Quilty" Minghetti : chitarra
Paolo "Malk" Parmeggiani : basso
Filippo "Filo" Gont : batteria

My Space: www.myspace.com/sisthema