Accesso Utenti

ENOCH- Angel of Perdition

Gli Enoch nascono nel dicembre del 2005 da Rain (basso e voce), Francesco(batteria), Giu (chitarra) e Danilo (chitarra). Dopo neanche pochissimi mesi già il loro primo live, dove gli Enoch facevano cover dei Cradle of Filth e Dimmu Borgir. La line-up sembra non ancora essere al completo ma comunque si spingono a scrivere dei pezzi propri. Nel giugno del 2006 partecipano al Bellonae Metal Fest, suonando di supporto agli Infernal Poetry e Sudden Death dove riescono a farsi apprezzare sia dal pubblico che dalla critica con l'originalità dei loro pezzi. Finalmente nell'agosto del 2006 nella line-up entrano i pezzi mancanti dell'ingranaggio Enoch: Misan (tastiere) e Domenico al basso, Rain lascerà il basso e si dedicherà esclusivamente alla voce. Gli Enoch faranno molti live tra cui il Merry Mayhem Festival, il Ballonae Metal Fest e il S-Hammer Festival facendo da supporto a varie band, Subliminal Crusher, Eldritch.... Nell'aprile del 2007 esce il loro primo prodotto, un mini-cd "Angel of Perdition" completamente autoprodotto e proprio di "Angel of Perdition" parleremo... AoP non è il solito cd di black scassapalle o cloni... no proprio no! Gli Enoch hanno un loro stile ben preciso e difinirei la band come Black metal sinfonico con una spruzzata leggera di industrial (chitarre e tastiere). Sicuramente non è un'album buttato li a caso ma è molto preciso sia nell'armonia degli strumenti sia nella fase di mixing, un'ottimo lavoro direi che a dir la verità non mi aspetto mai da band autoprodotte. AoP ha un sound che ti avvolge come una nube e fino alla fine dell'album rimarrai al suo interno...ma cmq ti senti attratto da lei... un sound delicato ma forte, un misto di emozioni. Ascoltate "Angel of Perdition" e poi ditemi cosa ne pensate!