Accesso Utenti

BATHORY LEGION - Through the Dimensions [Anarcoesoterismo]

Through The Dimensions [Anarcoesoterismo]  Fresco di uscita è il full-lenght di debutto dell'artista Bathory Legion.

L'album, che è estremamente riduttivo definire semplicemente Dark Ambient, risulta un lavoro estremamente curato e sentito, "Through the Dimensions [Anarcoesoterismo]" è un disco esoterico, che ti trascina fuori dal tuo stesso corpo per portarti in un luogo senza nome.

"The Mother Of Echoes", traccia ispirata all'omonimo racconto di G. James Wyrick per il progetto The Method Learned, introduce l’ascoltatore. L’inizio orientaleggiante e d’impatto è seguito dai suoni disturbanti e strazianti, che catapultano immediatamente nell'atmosfera inquietante che permea tutto l'album.

La traccia raggiunge il climax per poi concludersi con atmosfere e sonorità che potrei definire di totale ineluttabilità dell’essere.

"Anarcoesoterismo", con l'organo iniziale a farla da padrone, è forse il brano musicalmente più articolato e costruito dell'intero album, l’unico associabile al black metal industrial composto da forse 10 sovraincisioni o più, stacchi improvvisi e ritmi sostenuti, e non a caso il titolo della traccia, recitato al suo interno dalla distortissima voce di BL, è anche il concept dell'intero lavoro.

"Silence Blossom" è la traccia che potrei definire di tregua, ispirata all’esoterismo Tibetano, dove riaffiora un Sé cosmico in evolversi, elogio della solitudine volontaria e del silenzio, dimenticati nel rumore quotidiano.

Vetri rotti come frustate ci introducono a "Black Glass", la mia traccia preferita dell'album, d’impatto. Dark Industrial con un finale di fine composizione.

Con "Dimension"  mai titolo fu più azzeccato; drone spietato, suggestioni visionarie, composizione di organi e gli improvvisi scatti di rumore bianco danno esattamente l'impressione di un varco dimensionale, che una volta attraversato potrebbe portare l'ascoltatore negli angoli più angusti della propria mente, e oltre forse per chi sa percepire.

Da segnalare la collaborazione con la leggenda del punk Helena Velena, che ha prestato la voce in "Anticristianesimo Alchemico Militante" ultima traccia di questo lavoro. Vocalizzi malati, ossessivi, a tratti demoniaci, disagio, oppressione, ma anche qui il finale ci riserva una sorpresa. Quest’ultima registrata live in studio, senza fronzoli, un pugno allo stomaco.

Nota di merito il fatto che l’album sia stato totalmente composto, suonato, mixato registrato e prodotto dalla stessa Bathory Legion, prima e unica donna italiana nel genere, persona con 15 anni di esperienza musicale alle spalle, prima nel black metal e poi nelle “Avanguardie”, e forse anche per questo riuscita a creare delle atmosfere tali da rendere l'ascolto un'esperienza mistica.

Notevole e ricco di simbolismo l'artwork, realizzato dall'illustratrice esoterica Arthea dal titolo “Anima Mundi” e rielaborato graficamente da BL.

Per Esoteristi ed estimatori del Dark Ambient più sperimentale e raffinato. Estremo. Consigliatissimo.

10/10