Accesso Utenti

ARSEA- Dreaming a New World

La band che ora si chiama ArseA era nata come cover band e con il nome di Sweet Revenge, cambiato poi in ArseA perchè il nome di Sweet Revenge era gia esistente.
Le cover gli stanno troppo strette e la loro creatività incontrollabile da vita a delle proprie song.
Gli ArseA sono un puzzle con pezzi che si incastrano perfettamente tra loro: Henrygrind (Enrico Fucci) alla chitarra solista, Simone alla chitarra ritmica, R.Drumme (Riccardo Curti) alle pelli e Darko (Alessandro D'Arcangeli) alla voce.
Poco dopo arriva anche BioRg (Giorgio Piermattei) al basso, un'altro pezzo che diventerà fondamentale per la band creando un meccanismo perfetto.
Purtroppo Simone per problemi lavorativi abbandona la band che poi dopo qualche ricerca verrà rimpiazzato dall'ottimo Alessio Di Clementi.
Nel febbraio del 2008 vengono messi sotto contratto dalla Extreme Agency ed a luglio hanno l'onore di rappresentare l'Italia al Metalcamp dove ci sono ottime e famosissime band tipo Helloween, Inflames, Morbid Angels, Meshuggah, Arch Enemy...
Nell'agosto 2008 esce "Dreaming a New World" il primo EP della band ed il 6 settembre 2008 suonano insieme ai Brutal Truth, Cripple Bastards e Sadist.
Che dire una band che inizia a macinare strada su strada!
"Dreaming a New World" è un'ottimo debutto per una band, non ha uno genere ben predefinito anche perchè la band ha uno stile suo, le ritmiche sono molto particolari e diciamo che con la voce creano un vero e marchio!
Il loro sound è paragonabile ai disturbed e agli incubus più incazzati anche se su alcuni pezzi si sentono influenze di Metallica e per le ritmiche agli ultimi Slipknot.
Song come "Over My Dream", "Incandescente", "Draming a New World" e "Sweet Momory" sono pezzi molto intensi e che ti lasciano con la voglia di premere il tasto 'repeat all' per riascoltare di nuovo il cd aspettando di nuovo quelle chicche!
"Dreaming a New World" non è un cd 'easy listening' perchè è molto tecnico, struttorato molto bene ed un ascolto solo non riesce a far capire la completezza e la bellezza dello stesso, in poche parole solo dopo qualche ascolto amerete questo cd, e vi assicuro che poi sarà difficile allontanarsi da lui!
Ottima prova per gli ArseA... dopo un debutto con un'EP del genere non sarà facile sfornare un'altro ottimo lavoro... vediamo cosa combineranno nel loro prossimo EP o album!