Accesso Utenti

UNHOLY LAND- Dethrone The Light

Ci hanno messo ben 5 anni gli Unholy Land per dare un successore a ''The Fall of Chosen Star'' ma tutto questo tempo pare aver giocato a favore della band,poichè ''Dethrone the Light'',questo il titolo scelto per la loro seconda release,è un gran lavoro.Un particolare salta subito all'occhio (anzi,alle orecchie): questi ragazzi non si fermano MAI! Tutto il lavoro è veloce e furente,i rallentamenti si contano sulle dita di una mano,tuttavia i ragazzi (Aren alla voce e basso,Lost alla chitarra,Mornak alla seconda chitarra e Ades alla batteria) riescono a creare quel feeling oscuro e maligno come solo chi suona black metal con vera passione sa fare;insomma qui non ci si annoia di sicuro tra le sventagliate di una ''Requiem for God'' o ''Philosophy of Christian's Existence'' (giusto per citare le due che mi hanno più impressionato).Il lavoro nonostante le tracce siano molto simili non presenta nessun calo di tensione,segno che questi ragazzi ci sanno davvero fare,e una produzione in media con le uscite odierne non fa altro che confermare quest'impressione.Ci tengo a ribadire ancora una volta che le band di casa nostra non hanno niente da invidiare agli act esteri (che vengono sempre lodati di più pure quando fanno una scorreggia).Lavoro solido e compatto,i blacksters avranno di che deliziarsi con queste 8 tracce.E complimenti alla The Oath (label a cui la band è legata attualmente) per aver scommesso su questa grande band.Pura blasfemia sonora!