Accesso Utenti

ALLHELLUJA "PAIN IS THE GAME" (2006-SCARLET RECORDS)

  • Scritto da Chiosso Danilo
"Povera Italia mia, chi magna e magna".....da trent'anni se non di più....ormai siamo alla frutta più totale tra economia, finanza, disordine sociale ed etica da circo (senza offesa ai circensi ovviamente!) che fa ridere tutto il mondo...e non stiamo parlando dello show di Benigni alla BCE di Bruxelles.....ma non andiamo oltre, la viviamo ogni singolo giorno, io in primis con il lavoro che faccio e comincio ad averne le "P" piene di tanto schifo nei piani "cardinali"! Di una cosa sul nostro bel Paese sono però sicuro, lo urlo e difendo ai quattro venti: dal punto di vista musicale abbiamo sempre fatto invidia a mezzo mondo, and we rule about ROCK.....basti pensare ai fasti seventies del prog made in Italy, artisti del calibro di LE ORME, PFM, BANCO DEL MUTUO SOCCORSO, AREA, GOBLIN, JACULA, ancora oggi citati dalle band di fama mondiale per la loro ispirazione ed importanza...all'hardcore punk degli eighties, dominato da RAW POWER, INDIGESTI e NEGAZIONE....all'heavy metal dei NECRODEATH, DEATH SS, STRANA OFFICINA....al grindcore dei CRIPPLE BASTARDS e il thrash dei BULLDOZER.....alla sperimentazione noise, psichedelia stoner e no wave di UZEDA, ZU e UFOMMAMUT, nonché quant'altro da citare....ma la lista sarebbe lunghissima ragazzi miei!
C'è un gruppo italiano che più in assoluto mi ha aperto il cuore a partire dal 2000, quando pensavo tutto fosse fatto in relazione alla corsa al successo, al contratto major, al magazine e il sogno del big stage, quando ero convinto che il divario tra underground e mainstream fosse ridotto a tante chiacchiere, opportunismo e ipocrisie....un quartetto che mi ha fatto provare sano desiderio di abbattere tutto e ricredermi, respirando vero rock'n'roll sudato e spinto al limite....una band conosciuta solo da poco tempo, lo ammetto, rispetto a quelle che mi hanno seguito fin dall'infanzia, che sulle prime note dell'incendiaria "HEY J" (Jesus!), trasmessa da una radio locale, mi ha ordinato "prendi subito il disco ed ingoialo fino al soffocamento": parliamo degli ALLHELLUJA e l'album in questione è "PAIN IS THE GAME" del 2006! Infastidito

 

 

Leggi tutto: ALLHELLUJA "PAIN IS THE GAME" (2006-SCARLET RECORDS)

FAITH NO MORE "KING FOR A DAY FOOL FOR A LIFETIME" (1995-SLASH REC)

  • Scritto da Chiosso Danilo

  

Questo album, assolutamente fondamentale per il definitivo passaggio tra anni '80 e '90 di questa band, segnò in me la trasmutazione tra il Danilo "più conformista sulla musica" e il Danilo "affamato di sperimentazione e ricerca di nuovi suoni a 360°": uscito nel 1995 per SLASH RECORDS, è caratterizzato da una doppia personalità dove più visioni musicali si scontrano tra di loro, in un periodo dove l'ascoltatore non era ancora abituato a tanta contaminazione, nonostante i Nostri e altri gruppi come PRIMUS o FISHBONE fossero già sulla scena da alcuni anni per darci un paio di lezioni (per non parlare dei maestri KING CRIMSON o EMERSON LAKE & PALMER, ma andiamo a toccare i profondi seventies)....parliamo di metà nineties, siamo all'inizio di quello che sarà il nu-metal per almeno 5 anni, il grunge-indie-noise più viscerali e underground, quelli proprio "no wave" tra 1983-1991, sono deceduti o quasi da qualche tempo, nonostante ancora

Leggi tutto: FAITH NO MORE "KING FOR A DAY FOOL FOR A LIFETIME" (1995-SLASH REC)