Accesso Utenti

GREEN JELLY - CEREAL KILLER (1991/ZOO ENTERTAINMENT/VOLCANO REC.).......anche i più grandi artisti sono partiti dal fango illuminante del rock'n'roll.......

  • Scritto da Chiosso Danilo
 
 
Erano considerati dei dementi, incapaci di suonare secondo le regole, troppo fuori dai canoni e scoordinati nel seguire un certo filone, dei bohemians del rock moderno che si ritrovavano in studio per perdere del tempo, giocando con l'estremo ma anche il pop commerciale, senza scrivere una canzone che avesse un senso, dei perdenti....così furono definiti da più riviste: io invece già li adoravo, assolutamente sì, proprio per la loro selvatica e spudarata comicità di pazzi furibondi, in futuro ascoltai migliaia di volte il brano "THE BEAR SONG" (dal disco 333 - anno 1995), coinvolto nella soundtrack del film SCEMO & PIU' SCEMO con JIM CARREY e JEFF DANIELS, lo usai in una miriade di dj set, e dopo tanto tempo è sempre un piacere riascoltare il top dei top, il primo full lenght CEREAL KILLER (1991) dei GREEN JELLY.

 

 

 

La zia "Wiki" mi ha dato una mano a riassumere la loro originale storia, a volte ne sento il bisogno, sarò quindi molto schematico e traduttore qui, e già solo il fatto ci siano parecchie informazioni all' interno delle quali lanciarsi, bene, la dice lunga: fondata la band nel 1981, se vogliamo chiamarla così visto che in realtà era un collettivo multi-forme di sbandati newyorkesi, con il nome di GREEN JELLO, poi cambiato per motivi legali con la KRAFT FOODS, questa raggiunse il successo solo 10 anni più tardi, dopo il trasferimento a Los Angeles, con il singolo THREE LITTLE PIGS, il cui video spopolò in America per la scenografia caratterizzata da pupazzi in pongo, interpreti ovviamente il lupo cattivo, nei panni di un motociclista, e i tre porcellini, tra cui quello musicista che cerca la carriera ad Hollywood e il fumatore di ganja (non ricordo il terzo, sorry!), nonché Rambo che appare come cacciatore....un brano hard rock dal sano groove sabbathiano/stoner che incanta fin dall'intro....ideale per una serata che ha bisogno di fuoco e fiamme.....avevo 12 anni e già capii che qualcosa di innovativo volava nell'aria da parte dei GREEN JELLY, così "freaks" quanto roboanti!
Il resto del disco è una colonna sonora per un immaginario cartoon movie, dove si cavalca l'onda del punk '70 con la rivisitazione in chiave "yankee ubriaco" di ANARCHY IN THE UK dei SEX PISTOLS, la title track dal retrogusto particolarmente heavy metal anni '80 (notevoli gli acuti vocali alla JUDAS PRIEST), i sussurri sempre hard rock, un vero brano psichedelico da bettola, di ROCK-N-ROLL PUMPKIHN, il thrash-crossover amalgamato a funky rock, tra RED HOT CHILI PEPPERS vecchio stile, S.O.D. e SUICIDAL TENDENCIES, in ELECTRIC HARLEY HOUSE (OF LOVE), video accuratamente preparato starring GENE SIMMONS e PAUL STANLEY dei KISS, e TRIPPIN' ON XTC....insomma musicisti dalla vita privata e pubblica alquanto disordinate, squattrinati, che si sono trovati catapultati al successo in breve tempo, cresciuti in un garage tra jam sessions e sogni di gloria, molto bravi tecnicamente parlando e capaci di coinvolgere intensamente, se ascoltate bene bene CEREAL KILLER ve ne renderete conto, in grado di mettere su disco tutto il sudore, umiltà e sangue bollente di anni spesi on the road, tra eccessi di estroversione e palchi condivisi fino a 20 membri, costumi da fast food, kitch, ridicolizzarsi al massimo per rendere gli spettacoli un' esperienza da brivido, un vero caos, e l'amicizia fortunata con i GWAR....sicuramente fondamentali ispiratori....amicizia ancora attiva oggi, infatti reunion nel 2010, con live tour di spalla a questi ultimi e NASHVILLE PUSSY.
Che altro dire sui GREEN JELLY.....a parte il fatto che la sola line up del movimento è particolare, più unica che rara, con tutti questi strani pseudonimi alquanto provocatori e la presenza nelle fila di DANNY CAREY e MAYNARD J. KEENAN (suo il leggendario falsetto "Not by the hair of my chinny-chin-chin" in THREE LITTLE PIGS) , futuri batterista e cantante del capolavoro TOOL, compagni di appartamento al tempo dei "GREEN JELLO" (parliamo di quasi 30 anni fa) del leader BILL MANSPEAKER (che sarà anche arrestato per possesso di droghe pesanti nel suo locale di L.A.) e di GARY HELSINGER (che gironzolerà negli ambiti A PERFECT CIRCLE e a cui è dedicato un brano di AENIMA dei TOOL).....nel passaggio ai '2000 e la "maturità" che uccide, altri diventeranno importanti manager di produzione e video makers per la UNIVERSAL, DISNEY e DREAMWORKS, ingegneri del suono, scrittori e musicisti per band minori dal discreto ritorno.....ma il fenomeno GREEN JELLY sarà sempre l'inizio di qualcosa di grande.......un progetto tanto infantile quanto illuminante! Sapete, rimanere immaturi è più difficile come dice qualcuno ma rende la Vita più succulenta!

Io vi lascio con l'elenco scaricato della formazione "ufficiale" del 1991/1993.....nella speranza che la cultura musicale di molti lettori possa spingersi fino agli angoli più impensati e lugubri, cercando di capire come certi artisti di successo abbiano veramente solcato il pavimento spoglio e umido del rock'n'roll fine a se stesso prima del tappeto rosso da star e imprenditori milionari! Cosa sarà meglio, però? Meditations go on!
Saluti Carissimi!
Ci vediamo ad Agosto, vado in vacanza!
Dany
 

Bill Manspeaker (as Moronic Dicktator) - Vocals

Joe Cannizzaro (as Dunderhed) - Vocals

Gary Helsinger (as Hotsy Menshot) - Vocals

Greg Reynard (as Reason Clean) - Vocals

Steven Shenar (as Sven Seven) - Guitars

Michael Bloomquist (as Rootin') - Bass

Joe Russo (as Mother Eucker) - Bass

Danny Carey (as Danny Longlegs) - Drums

 Maynard James Keenan (as Billy Bob) - Guest Vocals on 'Three Little Pigs'

Kymmee O'Donnell (as Sadistica) – Art Direction, Art Producer, Vocals on 'House Me Teenage Rave'

Caroline Jester (as Jella Tin) - Vocals on 'House Me Teenage Rave'

C.J. Buscaglia – Guitars, Producer

Lee Hammond – Creative Director

Sylvia Massy – Producer, Engineer, Mixing