Accesso Utenti

Impaler (INFERNAL GOAT)

Tourette: Il nome della vostra band è una costola del terrore, si sa, ma cosa vi ha fatto arrivare a battezzare la vostra band in Infernal Goat? Titolo d'effetto, blackster perfetto?

Impaler: Il monicker della band si è originato da qualche parte della mia mente nel frangente in cui la band stava prendendo forma . . durante il 1998. Ovviamente con un termine simile continuavo a dare adito a tutta quella filosofia nera che includeva molteplici ascolti sui fronti estremi: Black/Death, BLack/Thrash e così via. Si, in un certo senso può essere così.


Tourette: Ho ascoltato "The Longest 999 Days Of Bestial Passion", è sicuramente un ep ultracarico di follia, grancasse, eccitazione. Un album che definirei "cult". Nessuna casa discografica mi paga, quindi mi controlla (la casa discografica è la Frater D.M. Cilena, ndr): sono sincero. Dove trovate le tematiche dei vostri testi? E quali sono?
Impaler: GREAT!! Ah, ti ringraziamo per la riflessione su quell'uscita e per la tua spontaneità. Diciamo che la maggior parte delle tematiche e dei testi vengono curati dal cantante Lord Goat. Ogni tanto anche io ho prodotto qualcosa (vedi "Mundus Est Diaboli", "Christian Explosion" o altro). In definitiva sia i testi di sua creazione che quelli di mia vertono su un'attitudine anticonformista ed anticlericale. Principalmente questo. Non si tratta di qualcosa per adepti ma semplicemente di un modo di pensare e di intendere le cose. Sono le classiche battaglie filosofiche e filologiche contro il sistema ecclesiastico che da secoli martoria la società e l'uomo. Altri testi possono concentrarsi anche sull'attitudine di noi singoli membri del gruppo! In Goat We Trust!


Tourette: La scelta di creare una casa discografica tutta tua, e cioè l'Impaler Distro List, a che scopo è stata fondata? Per avere la libertà di poter usare a piacimento le liriche che vi eravate prefissi o per una questione di marketing?
Impaler: L'Impaler Distro List non è esattamente una casa discografica vera e propria. . e per ora non si potrebbe dire nemmeno un etichetta. Si tratta più che altro di una piccola entità indipendente che da tempo si propone di veicolare dei prodotti che hanno poca visibilità nei distretti underground periferici e dislocati. La distro include principalmente i titoli che provengono da quella cerchia di bands affini con la nostra, che hanno condiviso qualcosa o che semplicemente possono configurarsi in quell'ambito di idee. Ad esempio creo molto spazio per le demo-tapes (formato che cade sempre più in disuso, non trattato in maniera adeguata!), oppure per i demo-cds e le fanzines. Tutto materiale che non si trova nei soliti circuiti commerciali. Anche perchè IMPALER DistroList veicola questo tipo di arte... VOLUTAMENTE. Le classiche cose fatte APPOSTA, e studiate a tavolino, sì.
Per quanto riguarda la questione Infernal Goat, quando ti riferisci alle liriche o al marketing, beh... non si tratta nè di una cosa e nè dell'altra. Anche perchè sugli Infernal Goat è sempre risultato difficile parlare di marketing, anche per questioni per così dire "meccaniche" o logistiche.
La scelta di ri-stampare insieme alla Dawn Of Sadness il mini-Ep del 2003 è stata dovuta semplicemente al fatto che bisognava porre rimedio alla carenza di materiale da distribuire.
Inoltre volevo avere un controllo più preciso su dove andavano a finire le stampe che di volta in volta venivano distribuite e tuttora continuo a fare scambi, anche con le vecchie demos ed il vecchio materiale.


Tourette: In "We Like The Goat... And The Goat Like Us" avete chiamato un brano "Also Spracht Zarathustra". In quest'album non si nota solo un'influenza musicale, ma letteraria: quella del filosofo Nietzsche. Cosa vi ha fatto arrivare all'Oltreuomo?
Impaler: Questa è una domanda che ci viene riproposta quasi puntualmente, più volte. Devo dirti che la concezione nietzeschiana è stata ed è un punto di riferimento per un pò noi tutti della band Infernal Goat. Ma c'è anche da dire che quell'episodio è stato composto, per quanto riguarda le liriche, dal nostro ex batterista FuckTheNuns.
Lui scrisse quella canzone per sfatare un luogo comune originato dall'immaginario sociale sulla figura del Super-Uomo. Si trattava di specificare la funzione annunciatrice di Zarathustra e non di farla coincidere con l'Ubermensch stesso!
Cavalca le contraddizioni di questo mondo!


Tourette: Restando sul portatore sano della Volontà di Potenza, si sa che egli era uno degli atei più travolgenti. Credete nel Dio degli ebrei, trapiantato a Roma oppure nel lato umanoide del Male, servito ad esercitare il bene, come disse Goethe nel Faust?
Impaler: Sono felice che tu abbia fatto anche questa domanda e ti devo disilludere dal ricevere una risposta estesa a tutto il gruppo.
Infernal Goat sono sì una band, ma ciò non toglie che al suo interno vi suonino persone con una propria mentalità individuale e circoscritta. Certo, molte delle idee di fondo sulla filosofia e non rimangono in comune. Non si sarebbe potuto tirare su un black metal act senza avere affinità. In base alla domanda su quei differenti tipi di entità, ti posso dire che io appoggio la seconda opzione. Trovo più conferme nel lato umanoide del Male, asservito al bene, proprio come disse Goethe. Inoltre sulla letteratura Inglese di un certo periodo avevo già fatto delle riflessioni e delle composizioni vere e proprie per quello che era il progetto degli Unholy Impaler, con Lord Goat.


Tourette: Eccezion fatta per la monumentale Encyclopaedia Metallum e il sito che pende dai fili di Tiscali, sulla Rete il vostro nome è quasi impercettibile. Non avete un sito tutto vostro nè i tipici patinati myspace da fighetta. Un tempo mi dicesti che fu una vostra scelta, ma non andasti oltre.
Impaler: Allora, la presenza degli Infernal Goat su internet credo che fosse più vigorosa un tempo. Diversi anni fa avevamo un sito costruito da un amico della Killing Art Visions. Dopo era stato modificato e messo online da BlackEvil di Tenebrarum'Zine. Ma al momento non restano che carcasse e corvi putrefatti che olezzano di odori regurgitanti.
Per quanto riguarda la presenza su Myspace ci penso io col mio blog personale a fornire le varie news e le intenzioni del gruppo mano mano che si sviluppano e prendono piede.
Tale blog personale reca frontalmente il logo della band, quindi chi si collega a me, automaticamente impara a conoscere il gruppo.


Tourette: Come si è unito il gruppo?
Impaler: La band nasce nel 1998 per mano mia (Lord Impaler) e del cantante Lord Goat. Era ancora da tempo addietro a quel periodo che cercavo di creare una situazione allucinante in cui poter dare sfogo alle mie perversioni ed ai raptus più estremi dell'universo chitarristico nero e Tagliente.
Grazie a numerosi assilli all'amico Goat da parte mia, ci accingevamo ad iniziare un percorso che prendeva piede nello scantinato della mia campagna . . un percorso lungo una vita; che tuttora persiste. Successivamente Lord Goat intercetta il primo bassista Terragon e lo fa nei soliti momenti conviviali che si condividevano presso il negozio di dischi Discoteca Regina.
Dopo ancora viene interpellato I.N.R.I. Iscariota (session keyboards) che aiuterà la band per un piccolo episodio circoscritto alla prima promo del '99. L'ultimo ad entrare nella prima formazione è stato il portentoso FuckTheNuns, col quale abbiamo condiviso le battaglie nere durate fino a qualche mese fa.
Attualmente, per cambi di formazione che si sono succeduti durante gli anni, i membri sono cambiati e degli originali rimaniamo solo io ed il fedele Lord GOAT.

 

 

Tourette: Ci sono mai stati impicci, ovvero qualcuno hai mai cercato di pilotare la band volendo usare l'ala più commerciale possibile?
Impaler: Gli Infernal Goat sono degli scemi che prendono in mano le loro chitarre-mitragliatore e ti danno una sana lezione di violent-annihilating BLACK/Thrash da guerra! L'unica cosa che può pilotare le nostre menti è una quantità spropositata di alcool che rovina malamente i nostri neuroni e ci rende degli automi di merda che non fanno altro che ascoltare SODOM, Impaled Nazarene ed Enthroned per tutta la giornata! il resto si fotte come niente! TI HO DETTO ARMOURDDDDD.. BESTIAL ... HELLLLL!!! Inferno bestiale armato !!! s e m p r e.


Tourette: I gruppi che vi hanno più influenzato, almeno nella grafica del vostro logo, è sicuramente ispirata a quello dei Darkthrone e dei trapassati Impalated Nazarene. La potenza è nella forma. E a quali gruppi vi siete lasciati, per passione, contagiare?
Impaler: Il gruppo è devoto da sempre alle vecchie leve del genere. Soprattutto il black metal anni Novanta senza mai tralasciare assolutamente il thrash metal degli Ottanta. Ma in genere si può dire che i nostri ascolti siano molto eterogenei, e, come cercavo di farti capire precedentemente . . ogniuno di noi ragiona con la sua testa PROPRIA! Per quanto mi riguarda sono un appassionato di tutto ciò che in musica è DISTRUZIONE e BESTEMMIA. Blasphemy, DarkThrone, Impaled Nazarene, Enthroned, Marduk, Von, SARCOFAGO, Destroyer666, Incantation, Sodom, Mayhem, DarkFuneral, GoatSemen, Samael, Profanatica, War, Dissection, Destruction, Kreator, Possessed, Dark Angel, S.O.D., INFERNAL WAR, BEHERIT, Handful Of Hate, Sepultura, Hellhammer, Desaster, Bestial Mockery, Impiety, SadiziKK EXXekkUTion, . . sono solo 2 nomi a caso.


Tourette: Proprio due, da par condicio. Anche nella lettera che mi inviasti, la frase "Satan... never... sleeps" sembra essere un calcolo cerebrale tutto tuo. Che cos'è Satana per te, per voi?
Impaler: Ti rispondo solo semplicemente dicendo che mi piace parecchio la canzone degli Enthroned tratta da loro mini cd "Regie Sathanas", in tributo a Cernunnos. Tutto qui. Aghaghahhaghagha!


Tourette: Anni fa, precisamente sul morire del secolo scorso e l'inizio di questo, dopo aver ricevuto recensioni non proprio entuasiaste su “Promo 999” e “The longest day of pain”, avete lasciato questa dichiarazione: “Non ci importa ASSOLUTAMENTE se qualcuno potrà farsi delle idee errate sul nostro conto a sangue freddo e senza ascoltare la nostra musica, noi vogliamo semplicemente proporci”. Puoi dirlo a me: come vi proponete alla musica e a chi vi ascolta?
Impaler: Quella era un'affermazione che il nostro prode ex-batterista aveva tirato fuori in seguito ad una domanda d'intervistatore e siamo ancora convinti ovviamente di quello che avevamo detto! Il nostro rappoorto con la musica è assimilabile ad una metafora di matrimonio! La musica è da sempre la migliore delle fidanzate e, chi ci ascolta, è un compagno di battaglia. L'assedio non deve mai terminare, e le casse di un ipotetico stereo o le cuffie che porti in dotazione devono SEMPRE chiedere pietà. NON dormire m a i .


Tourette: Parrà banale: quali sensazioni/visioni/vocazioni vi hanno evocato per farvi suonare puro Black Metal?
Impaler: Ti ringrazio ancora una volta per la domanda stupenda! Io però, se non ti dispiace (ed anche se ti dispiace) me la rigiro appena a modo mio e direi "Quali Sensazioni/Visioni/Vocazioni vi evoca il puro Black Metal War Supreme?". Ok, diciamo che si tratta sempre di un incrocio di sentimenti che si traducono in potenza e voracia di carne! Inoltre c'è tutto uno studio "metereologico" sulla musica che riesce a a stimolare le temperature più ardite e più diverse a seconda della stagione e della cronologia in cui viene prodotta.
Il fatto è che qualsiasi elemento si può tradurre in testi e musica; può essere un libro che hai letto, una trasmissione radiofonica, un cibo che hai ingerito o una situazione vitale che hai trascorso. L'impatto deve essere terribile! Accendi l'amplificatore e non sai più doVe vai a finire! il bello è quello!


Tourette: Tutti sappiamo che Burzum è, in un certo senso, il capro epiatorio del Black Metal. Il suo successo è stato il gossip, il pettegolezzo promotore.
Condividete la sua stessa concezione della salvaguardia della razza ariana, del suo credo alla mitologia norrena o avete idee diverse?
Impaler: In base a queste teorie siamo sempre stati estranei... probabilmente nella maniera più totale. Certo, non nascondo che ho ascoltato moltissimi lavori che facevano riferimento a quel tipo di tematiche e, certe linee ideali sono da rispettare. Per quanto riguarda il Conte Varg Vikerness ti posso dire che l'ho sempre ascoltato in passato e lo reputo come una delle "beautiful minds" della teoria black metal passata.
Al momento mi ritrovo in periodo di ascolti in cui prediligo la potenza e l'impatto ma lavori come "Hvis Liset Tar Oss" sono irrinunciabili ed intramontabili. Oppure correggi tu il titolo originale di quel disco, non sono un perfettino lecca-tele.


Tourette: *Hvis Lyset Tar Oss, caro. Da quando suonate e da quando siete gli Infernal Goat, nel vostro convenzionale è mutato qualcosa?
Impaler: Gli Infernal Goat, come già detto, sono nati da una mia idea che si è sviluppata poi con Lord Goat nel '98. Non credo che sia mutato granchè da quando abbiamo iniziato. Probabilmente negli ultimi periodi abbiamo fatto delle scelte di suono appena diverse e di resa più "accorta" ma generalmente ci piace suonare come se una motosega impazzita si fosse impadronita di tutto il creato e come se fosse l'unica cosa che ci guida! Black/thrash war incursions For Ever!


Tourette: Non credo che siete una band di convertiti, anche perchè vi ho ascoltato con attenzione. Credete in quello che suonate?
Impaler: Credere in ciò che si suona significa ESSERNE SODDISFATTI. E metti pure queste ultime due parole in rilievo nel tuo immaginario ricettivo. SIgnifica godere ascoltando una chitarra che gracchia una voce che ha una resa lancinante dai coni delle casse, oppure un'equalizzazione della batteria che sovrabbonda nell'impasto sonoro. Essere contenti è l'unica prerogativa di suonare dentro un fottuto gruppo, mettere "play" ed ascoltare "The Oath Del Sangue Nero" è poi il diletto migliore!!


Tourette: Una domanda finale alla Enzo Biagi: avete dei rimpianti?
Impaler: Il rimpianto è semplicemente quello di non aver visto ancora i Destroyer666 suonare dal vivo, ma per il resto provvediamo a fare frequenti raids bestiali all'euroSpin per comprare birra a basso costo! Anche l'attività live /degli altri/ deve essere sempre presa in piena considerazione ed ascoltare "Skullfucking Armageddon" non ha prezzo... anche se ti ritrovi ubriaco con un semplice walkman sul treno.


Tourette: Avete dei progetti?
Impaler: I progetti che hanno interessato le attività parallele degli Infernal Goat sono sempre stati diversi.
In passato suonavamo negli Unholy Impaler con zio L. Goat alla batteria. Era un duo dove proponevamo materiale tra Beherit / Bestial Summoning / Sodom e balle varie.
Inoltre io ho sempre cantato o suonato nel mio gruppo thrash... ormai disciolto da anni; ma di tanto in tanto un gruppo thrash a bomba lo tiro sempre su.
Inoltre il nostro cantante ha intrapreso da un paio di anni un'attività musicale con gli Aeons In Torment, valida formazione sassarese in cui militano anche il nostro attuale bassista (Von) ed il nostro attuale batterista (Viulenzo).


Tourette: Fine dell'intervista. Ora puoi dire tutto quello che non ti ho fatto dire. Puoi liberamente lasciare una dichiarazione.
Impaler: La prima dichiarazione è di amore, e va a te mio caro prode Carrot! Un giorno spero di poter eiaculare sui tuoi capelli, ma magari anche prescindendo da un assetto homo. Anche se poi non si sa mai... uhahgahgahah! Infernal Goat ringrazia Anemic Carrot e BLACKZine per l'opportunità. Se esigete delle cassette schifose con copertina fotocopiata e nessuna richiesta di bolli indietro potete entrare a far parte della sinergia Tape-Trading col vostro Impaler Preferito. [email]


Tourette: Love is in the air... everywhere i look around...