Accesso Utenti

Intervista a BATHORY LEGION

Bathory Legion

Bathory Legion non è un personaggio nuovo nella scena musicale italiana, anche se per molto tempo è rimasta nell’ombra volontariamente. Dopo un prolifico passato di collaborazioni in gruppi black metal seguito da qualche anno di silenzio, torna sulle scene con un progetto Dark Ambient pronto a sconvolgere ogni aspettativa.

L'abbiamo incontrata a Roma qualche giorno prima dell'uscita ufficiale del nuovo album "Through the Dimensions [Anarcoesoterismo]" (nella sezione recensioni ne parliamo approfonditamente), per parlare della sua musica e del concetto che la ispira.

Devo dire che Bathory Legion è di modi gentili, parla pacatamente, cosa che contrasta con l’aria nordica e impenetrabile, accentuata dai simboli esoterici tatuati che noto. Vestita interamente di nero con l'immancabile pentacolo “Anarcoesoterico” (precisa sorridendo, sistemandone l’inclinazione) al collo, nel privato appare totalmente coerente con la sua immagine pubblica.

Dalla tua biografia leggo che hai militato per diversi anni in svariati gruppi black metal. Chi eri musicalmente prima di essere Bathory Legion?

Sono sempre stata Bathory Legion.

Bathory Legion è il nome del concetto che implica una serie di convinzioni che ho sempre diffuso nella mia vita, prima fra tutte l’Anticristianesimo puro. (e la liberazione da quello inconsapevole che in italia è diffusissimo anche fra i “cattivi” o presunti tali).

A livello musicale più che militato, dal 1995 circa al 2001, sono stata una batterista e compositrice (pianoforte e synth) black metal principalmente, sono stata una delle prime persone a sperimentare fra black metal e industrial, collaborando con persone che in seguito hanno militato in gruppi molto “famosi” (ride), fra i primi 3 più famosi italiani, direi. Quali sono? Adesso non è il momento di dirlo... ma verrà, nel tempo.

La tua musica è molto complessa, è riduttivo definirla semplicemente Dark Ambient, come riesci a creare delle atmosfere così evocative e viceversa così violente ed opprimenti?

La mia più grande fonte di ispirazione sono le esperienze che ho fatto da quando sono “nata”, e la pratica alla quale sto dedicando tutta la vita all’interno di questo straordinario Cosmo e Anticosmo Nero. Quando apri delle porte, intraprendi dei percorsi e hai il coraggio di sedere in solitudine ad ascoltare, l’ispirazione può essere infinita.

Nella tuo concept affronti tematiche complesse, che hai riassunto nel termine "Anarcoesoterismo". Com'è nata questa filosofia e in cosa consiste?Perchè “Trough The Dimensions”?

Perché è un viaggio, ma non si misura in metri o in ore, ma in consapevolezza inquantificabile

Attraverso appunto le dimensioni, che possono essere alchemiche,fisiche, psichiche, cosmologiche, esoteriche.

Uno è in-diviso. Quello che è “bene” si trasmuta in “male” e viceversa, in un fluire temporale inesistente. La visione corretta comprende tutto questo. L’Anarcoesoterismo è il termine che ho dovuto “inventare” perché la lingua italiana era sprovvista del concetto che volevo esprimere, che può avere una doppia chiave interpretativa come Anarchia Esoterica o Esoterismo Anarchico.

L’Anticristianesimo non basta più da solo, l’essere “anti” qualcosa implica una situazione preesistente e persistente, e non volendo la si fortifica combattendola in questo modo.

Invece io voglio veicolare e aggiungere un qualcosa di Altro, di nuovo. Una totale sostituzione (e distruzione del preesistente).

Attraverso le esperienze di distruzione, di quiete, di ricostruzione, di evoluzione, di consapevolezza.

Cosa ti ha portato alla scelta di abbandonare completamente il movimento black metal a favore del dark ambienta e come mai è passato tutto questo tempo?

Il fatto che non fosse più un movimento. Le contraddizioni erano incredibili. Un esempio su tutti? Non è mai morto un cristiano, un solo cristiano a scapito di tanti slogan no? In compenso sono morti Satanisti e omosessuali (i quali sono i veri veicoli di Lucifero, portatori del peso della conoscenza). Non potevo e non posso tuttora più sopportare l’ipocrisia di molti atteggiamenti, slogan contro le donne, ridicoli, luoghi comuni infantili, qui in Italia come all’estero. Estremismo e abuso di qualunque cosa mi hanno caratterizzato in quegli anni. Ma avendo abbandonato tutto ciò da 10 anni circa e avendo negli anni ampliato e modificato il mio “credo” singolo a favore di uno non-dualistico, quell’atteggiamento univoco non mi rappresentava più, e insieme alle numerose altre motivazioni mi ha fatto lasciare un movimento che non ci sarà mai più, nonostante tutte le ridicole imitazioni odierne di quello che è stato. Il genere musicale è un altro discorso, ma io non ho mai suonato semplicemente   un genere musicale, per me il black metal era coinvolgimento al 100% e non caccia di “gnocca facile goth” come invece è oggi.

Il Dark Ambient, L’Avanguardia e la Sperimentazione rappresentano L’Evoluzione.

 Quali argomenti ti ispirano quando componi, e quali sono i tuoi obiettivi?

L’Esoterismo, l’occulto, la psicologia avanzata, lo Zen non ortodosso.

Essere la migliore musicista Dark Ambient Sperimentale in Europa e (ri)prendermi Tutto, prima di abbandonarlo.

Cosa pensi della scena dark ambient italiana?

Alcuni progetti sono validi, in Italia più che altro c’è Power Electronics e noise, che ascolto con piacere, ma non è il genere che compongo con il progetto BL. Ci sono dei live e festival interessanti ai quali mi piacerebbe anche partecipare.

Qual è la musica che ti ha maggiormente influenzato?

Non ritengo di essere stata influenzata da musica composta da persone.

Se mi chiedi che tipo di musica ho ascoltato di più, ti dico subito la musica classica, Franz Liszt su tutti. Poi MZ412, Nordvargr, Diamanda Galas, Haus Arafna, Blood Axis, il primo decennio black metal, death metal, sperimentale, elettronica, molta musica degli anni ‘70. Suoni tribali di altre culture.. A parte gli scherzi, la musica che mi ha influenzato è stata quella che ho sentito provenire dall’esterno e dall’interno mentre ho fatto delle immersioni subacquee in solitaria.

La tua musica è interamente autoprodotta, hai realizzato autonomamente la grafica del cd, organizzi da sola la produzione e distribuzione dell'album. Come mai questa scelta?

Non è stata una scelta, o almeno non da subito. Ora lo è. Le condizioni strozzinanti, poco serie e prevaricatorie di alcune “labels” alle quali avevo fatto ascoltare l’album, sia in Italia che all’estero, mi hanno fatto capire immediatamente che stavo perdendo il mio tempo.

Perciò ho prodotto per adesso un’edizione cd ltd di 200 copie, che distribuirò attraverso internet, alcuni negozi, forse anche un paio di distributori stranieri molto interessanti.

Non ho iniziato a suonare ieri, sono 15 anni, non sono una “cantante” 16enne cogliona, né una troia gotica (l’Italia ne è piena) ed è meglio che lo tengano tutti a mente molto bene.

Sono una musicista Dark Ambient, capisco che per l’italiano e mi tocca ammettere anche lo straniero medio, il concetto sia quasi incomprensibile, appestato com’è dalla visione di veline nude.

Se e quando troverò una label che rispetterà il mio lavoro e il mio concept, come io rispetterò il suo ovviamente, sarò più che felice di fare una collaborazione.

Hai altri progetti musicali?

Si, ho una progetto appena iniziato fondato da me e Tya (cantante della death metal band Antropofagus) dal nome TÖdrÖl (liberazione attraverso l’ascolto), ispirato al noto libro dei morti tibetano, che introduce ad una diversa visione della morte, in chiave liberatoria. Musicalmente lo definirei avantgarde doom metal. Inoltre ho un progetto drone/ sperimentale molto estremo direi quasi violento, con Helena (al sostenuto ritmo di 3 tracce l’anno ahaha), del quale a breve pubblicherò delle tracce, come anteprima posso dire che il nome del futuro ep sarà: Bukkake S.t.n ®.

A proposito di Helena Velena, com'è nata la collaborazione che ha dato vita alla traccia "Anticristianesimo Alchemico Militante"?

In realtà è nata molto spontaneamente, mi ha scritto un paio di email su myspace, dicendomi che aveva trovato la mia musica notevole, e che avrebbe avuto piacere nel collaborare con me. Non è facile collaborare con una persona come Helena, come forse non è facile collaborare con una persona come me. E’ una persona molto intelligente, i libri che ha scritto sono 20 anni avanti, come la musica che ha prodotto. La ritengo una vera anticristiana, di una cultura musicale impressionante. Non gliene frega nulla della sua immagine pubblica e questo, nell’era dell’immagine, fa passare messaggi che sbagliati è dire poco.

Cosa pensi del cristianesimo e della mentalità italiana in generale? Come si rapporta il pubblico italiano alla tua musica?

L’album è stato apprezzato da Esoteristi, Satanisti, studiosi di scienze occulte e orientali.

Appassionati di dark ambient, di industrial, di musica sperimentale ed acustica, di musica classica, di drone e a volte di black metal.

L’unico equivoco riguarda quelli che associano il mio progetto anche lontanamente alla comoda, commerciale, plastificato e volgare pseudogoth-ebm-aggrotech e si aspettano “sonorità” di quel tipo. E’ ovvio che non ci siamo, cazzo, proprio no, e rimangono a bocca asciutta.

Com'è la situazione a Roma riguardo i concerti?

Evolverà in futuro. Il Chaos non può aspettare ulteriormente.

Il tuo nuovo album "Through the Dimensions [Anarcoesoterismo]" in uscita a fine ottobre, oltre che come cd fisico sarà distribuito anche su internet.

Cosa pensi della rete come mezzo di diffusione per la musica?

Il cd lo compreranno tutti quelli che vorranno supportare un progetto realmente esoterico, che può fare molto a livello musicale e concettuale,.

La rete è un ottimo mezzo per farsi conoscere, myspace in primis, metterò il mio album in vendita anche su itunes, reverbnation, last fm. Quasi tutti ovviamente non  scaricheranno da tali siti pagando il prezzo di una birra, ma effettueranno il download a scrocco gratuitamente da rapidshare e mediafire.

So anche che ci sono ancora dei “non-tutti”, dei non massificati, che ancora supportano quello in cui credono.

E’ stato un piacere parlare con te, ti ringraziamo

Un’ultima parola per i lettori di BLACKZine, ricordaci dove possiamo trovare il tuo album.

Grazie per l’intervista, vi ricordo che l’album uscirà alla fine di ottobre e sarà acquistabile su MySpace (dove inoltre è disponibile già da adesso una preview HQ dell’album di 4 tracce), e su ReverbNation e i principali music store su internet in versione mp3.

MySpace: http://www.myspace.com/officialbathorylegion
Facebook:
http://www.facebook.com/pages/Bathory-Legion/24034679983
ReverbNation:
http://www.reverbnation.com/bathorylegion