Accesso Utenti

DARIUSZ "DARAY" BRZOZOWSKI [DIMMU BORGIR - VESANIA - BLACK RIVER...]

Chi è Daray?

Dariusz Brzozowski in arte "Daray" è un batterista e percussionista nato il 30 gennaio 1980 a Nowy Dwor Mazowlecki in Polonia.

La sua carriera musicale inizia a farsi notare con i Vesania e nel 1998 darà il suo contributo al demo “reh.”.

La sua tecnica lo porterà a suonare con i Pyorrhoea (2 album), Neolithic (1 album), Sunwheel (1 album) e siederà dietro alle pelli per i Vader dal 2005 al 2008 partecipando a ben 10 progetti della band tra dvd, album, singoli ed ep, 1 album con gli Hunter e 3 con i Masachist.

Nel 2008 lascia i Vader e si aggiunge ai norvegesi Dimmu Borgir e nel 2010 registrerà l'album “Abrahadabra”.

Attualmente Daray suona con Dimmu Borgir, Vesania, Black River, Hunter, Masachist



Stiamo per iniziare l'intervista, ci mettiamo a tavolino, mi appresto a preparare i microfoni ed intanto Daray inizia a cantarellare e tamburellare sul tavolo la melodia dei Rammstein in sottofondo.

Guardo a Daray con sorpesa mentre ho qualche problemino con il microfono e lui mi dice riferendosi ai Rammstein in sottofondo “grande musica, grande band, li amo!”

Non capisco proprio come fa sto ragazzone a non essere stanco nemmeno un po'... è l'una del mattino, ha fatto una clinic di batteria e credetemi lui non è il tipo che accarezza le pelli, tutt'altro proprio!, ha firmato autografi, si è fatto fotografare ed è stato a ridere e scherzare con i fan ed ora ancora no, non sembra stanco proprio per niente!



Ma ora iniziamo l'intervista...



Come ti sei avvicinato al metal e cosa ti ha spinto a diventare batterista?



Quando avevo 6 anni ho visto un video degli Europe “The Final Countdown” e sono rimasto sbalordito dall’enorme batteria e allora ho detto, voglio essere come questo tizio!

A 10-11 anni mi sono avvicinato al metal con gli Slayer perchè ero affascinato dalle sonorità brutali poi ho continuato con bands come i Morbid Angel e da quel momento ho pensato di voler diventare un batterista di professione.

A quell'età fare il batterista era un hobby ma poi è divenuto realtà.

Ho suonato con milioni di band : Dimmu Borgir, Vesania, Masachist, anche con i polacchi Black River, ho sempre cercato di tenermi in esercizio.





Vesania è stata la tua prima band?



Vesania è la mia band, la band dove posso suonare davvero con la mia attrezzatura, per esempio mister Orion (Tomasz "Orion" Wróblewski) il chitarrista dei Vesania suona nei Behemoth, lo conosco da quando avevo 6 anni, mister Heinrich (Filip "Heinrich" Hałucha) il bassista da quando avevo 7 anni, insomma frequentavamo la stessa scuola quindi ci conosciamo tutti molto bene, siamo molto amici e Vesania è la nostra vera band , non è la stessa cosa come con i Vader o i Dimmu Borgir, dove comandano i leaders ad esempio Shagrat e Silenoz, no, nei Vesania non ci sono leaders, decidiamo tutti insieme , per esempio dicendo - dovremmo suonare in questa maniera- o –dovresti abbassare il livello-, siamo tutti uguali.





Come era considerato il metal nella tua città?



Ricordo nella mia città c'era solo punk e rock e niente metal, io e gli altri, i miei amici siamo stati i primi maniaci del metal nella nostra città, in pratica eravamo circondati da amici che ascoltavano punk rock e suonavano quel genere e io dicevo – no che cazzo è questa roba, voglio essere più estremo più brutale voglio suonare metal che cazzo, voglio suonare davvero davvero heavy. Così noi siamo stati i primi nella nostra città ad ascoltare metal e poi suonare metal.





Oggi tu vivi ancora in Polonia?



Sì vivo ancora in Polonia nella stessa città proprio come gli altri, come Orion dei Behemoth e Heinrich che suona anche nei Decapitated …. Così viviamo ancora nello stesso posto, ci conosciamo a vicenda, beviamo insieme, ci divertiamo insieme ed è incredibile e proprio questa settimana sabato o domenica ho festeggiato il mio compleanno e ci siamo divertiti molto, parliamo di musica di tutto, ci vogliamo bene, siamo come una famiglia, a volte alla mia ragazza dico – conosco questo tizio da quando avevo 6 anni- la stessa cosa possono dirla anche i miei genitori ed è incredibile.





Oggi nella tua città le cose stanno cambiando musicalmente parlando o è rimasta predominante sempre la scena punk?



Non so cosa stia accadendo ora nella mia città perché viaggio molto, sono sempre in tour con i Dimmu Borgir, Vesania, Black River e sai, quando torno a casa non penso a queste cose, voglio solo calma, penso a riposarmi, a divertirmi con i miei amici, a stare con la mia ragazza; il fatto è che quando torno dal tour non ne voglio sapere di musica, penso solo alla calma e tranquillità, a passeggiare per le foreste, ai tramonti alla natura.





In Polonia ci sono molte band metal e rock come Behemoth e Lilith… per quanto riguarda le etichette come è la situazione per le band in Polonia, è difficile?



No, è lo stesso per ogni paese





no perché sai in Italia è molto difficile riuscire ad avere visibilità, ci sono le solite 5-6 bands che me hanno il monopolio



Se davvero vuoi prendere quella direzione, se davvero vuoi essere musicista, devi spingere la tua band, devi sacrificare ogni cosa, anche la tua ragazza, è necessario se vuoi essere musicista, andare in tour, diventare famosi ecc… non so dire se sia lo stesso per tutti i paesi; potrebbe essere più facile, per esempio, io vado in tour con i Dimmu Borgir e faccio i soldi – certo non c’è l’euro in Polonia e per esempio io scambio gli euro con i soldi della Polonia e sono più felice perché i prezzi confrontati per esempio con quelli italiani , sono più bassi; ma comunque non credo che il problema sia dove vivi, voglio dire puoi vivere in qualsiasi posto tu voglia per esempio anche in Russia; e non è che se io vivo in Germania allora è più facile per me avere a che fare con grandi compagnie o etichette o andare in tour, no non è così.

Secondo la mia opinione dipende da quello che tu vuoi fare, puoi vivere in qualsiasi paese, se hai abbastanza energia, se vuoi farlo e se ami davvero la musica, se la musica è la tua passione ed è tutto, non devi pensare – devo trovare un vero lavoro e bla bla- puoi fare tutto , non è un problema geografico.





Quali sono le tue passioni oltre alla musica, quali sono i tuoi interessi?



Non mi piacciono i film o la tv, forse a volte mi piace guardare alcuni bei film ma solitamente mi viene da dire –ma che cazzo è questa roba- la tv la odio, è piena di merda, di roba drammatica, non è per me.





Quindi ti piace solo la musica



No mi piacciono anche i libri, per esempio c’è un libro che dovresti leggere : la biografia dei Rolling Stones, molto bello, belle storie; mi piace molto leggere perché soprattutto quando sono in tour e viaggio molto ho tempo per leggere quindi è perfetto.

Altro non so , quando vado a casa cerco di tenermi in forma, allenarmi, fare jogging o andare in palestra; non so, cerco solo di godermi la vita , incontrare i miei amici, la birra certo, sono un tipo tranquillo, non ho molti hobby ; mi concentro sulla musica e la batteria e cerco di tenermi occupato, è tutto. Sono un tipo noioso.





Hai qualche consiglio per le persone che vogliono suonare la batteria?



Dovrei dire praticare praticare praticare, ma non è del tutto corretto; certo è molto importante avere una buona tecnica ed imparare le basi, ma se vuoi fare musica propria chi se ne importa, sei tu che scrivi le canzoni e sei tu che devi suonarle. Dovresti ascoltare tutti i generi di musica perché se vuoi suonare la batteria dovresti essere di mentalità aperta e non ascoltare solo metal , bensì ascoltare pezzi anche pop ed è quello che cerco di fare , per esempio quando trovo qualche pezzo interessante cerco di copiarlo per poi riprodurlo nel metal, insomma trarre qualcosa anche dal beat e dal pop e mescolare… lo so forse non dovrei dire queste cose, ma si dai a volte prendo dei pezzetti dal pop, r’nb.

Se vuoi essere un musicista professionista non puoi startene seduto a casa, dovresti uscire fuori e mostrarti alla gente, anche per farsi notare da produttori famosi devi uscire, è molto importante e non solo concentrarsi sulla tecnica; anche perché puoi essere il miglior batterista del mondo ma non combinerai niente se non esci; se vuoi spingerti oltre, registrare album, andare in tour dovresti uscire e mostrare agli altri le tue capacità.

E’ tutto qui, bisogna uscire, suonare , mostrare agli altri.





La tortura è finita, credo che tu sia molto stanco a quest’ora anceh perchè hai fatto un clinic che non è durato poco.



No, posso suonare ancora ed ancora tranquillamente, suonare non è stressante, stressanti possono essere le domande che ti fanno perché a volte incontro dei batteristi molto bravi che ti mettono in difficoltà, è per questo che preferisco suonare nelle band; inoltre è molto più facile che cantare, il cantante è sempre più in difficoltà davanti alla folla anche se è un bravo leader o cantante.





In conclusione cosa ti piacerebbe dire ai metallari là fuori?



Grazie per l’intervista ed ai fan, stay metal , ascoltate metal ma anche altri generi musicali, abbiate una mentalità aperta e questo vi farà spaccare.